Servizio

Il nostro servizio è attivo sulle 24 ore, tutti i giorni, per garantire l'intervento con i mezzi più appropriati nelle oltre 5'500 urgenze sanitarie che avvengono annualmente nel nostro comprensorio.

Viene garantito il soccorso ed il trasporto d'urgenza di malati e infortunati dal nostro personale professionista. Portiamo avanti un ideale di assistenza e solidarietà grazie all'impegno, alle energie e al tempo messo a disposizione dai nostri 50 volontari. Garantiamo i dispositivi sanitari in occasione di manifestazioni sportive e culturali. Offriamo al nostro personale, alla popolazione ed alle aziende corsi di formazione ed aggiornamento.

Settori

I campi d'attività di SALVA

Il personale di SALVA non si occupa solamente di soccorso primario e trasporto sanitario extra-ospedaliero.

Parallelamente all'attività primaria di soccorso, i dipendenti del Servizio si occupano anche di svolgere compiti nei seguenti ambiti:

  • Formazione al personale ed alla popolazione
  • Dispositivi sanitari per manifestazioni ed eventi
  • Dispositivo in caso di Incidente Maggiore

Organigramma

L'organizzazione settoriale

Per gestire al meglio il servizio e le attività ad esso correlate è stata creata una struttura suddivisa in aree di competenza.

Primo intervento

Gli interventi

Ogni anno giungono a SALVA oltre 5'000 richieste d'intervento. Esse vanno suddivise in interventi urgenti oppure trasferimenti pianificati.

Generalmente siamo chiamati ad intervenire per casi di malattia acuta o cronica, infortuni o incidenti legati ai mezzi di trasporto e trasferimenti di pazienti tra strutture sanitarie. Va in particolare sottolineato che in Ticino ci si confronta vieppiù con i problemi legati alle persone anziane, non solo da un punto di vista delle patologie fisiche ma anche dal profilo sociale e psicologico.

I protocolli operativi

Luoghi di intervento particolari, identificati sul territorio, come per esempio fabbriche che trattano sostanze particolari, opere con accesso limitato al pubblico, grandi aziende, gallerie, ecc. necessitano di un particolare management anche in caso di intervento d'emergenza.

Per stabilire le modalità d'intervento viene eseguito un sopralluogo, durante il quale si valutano le caratteristiche, le particolarità, i rischi e le necessità specifiche del luogo.

Dopo la fase di analisi viene allestito, e costantemente aggiornato, un piano d'intervento.

Gli allarmi

Tutte le richieste di soccorso sanitario, urgenti e non, vengono gestite dalla Centrale Ticino Soccorso 144, ubicata a Breganzona.

Operatori professionisti, mediante un'interrogazione specifica dell'utente, stabiliscono un grado di priorità codificato per la specifica richiesta ed inviano, già durante l'interrogazione, i mezzi più adeguati per rispondere alle necessità del paziente.

L'operatore di centrale trasmette tramite sistema informatico la scheda dell'intervento al Servizio Ambulanza più vicino al paziente.

Formazione

Con il termine formazione si descrivono tutta una serie di complesse attività pedagogico – didattiche che attraverso approcci umani e scientifici, permette l'acquisizione o il perfezionamento delle necessarie competenze per rispondere concretamente ai bisogni dei pazienti.

L'Area Formazione SALVA indirizza il proprio operato sia ai propri collaboratori, sia alla popolazione e alle aziende attraverso programmi specifici già pronti oppure costruiti secondo le esigenze del cliente.

Dispositivi sanitari

Le manifestazioni

Sempre più spesso siamo sollecitati da Associazioni sportive, culturali o ricreative che ci chiedono di fornire loro un picchetto per l'assistenza sanitaria in occasione di manifestazioni o incontri ai quali intervengono un elevato numero di partecipanti o che prevedono un’elevata affluenza di pubblico.
A seconda del tipo di evento il picchetto può assumere uno o più differenti obiettivi:

  • Primi soccorsi avanzati in caso di necessità
  • Prevenzione in ambito sanitario
  • Promozione del servizio mediante la presentazione delle attività di SALVA

Per informazioni o domande di preventivo relative a Dispositivi Sanitari potete contattarci mediante il seguente indirizzo mail:

E-mail: manifestazioni@salva.ch

In caso di organizzazione di eventi motoristici o che si svolgono sulla pubblica via invitiamo a compilare il relativo modulo di richiesta:

DIM

Il concetto

Il Dispositivo sanitario cantonale in caso di Incidente Maggiore (DIM) è coordinato dalla FCTSA, su mandato del Consiglio di Stato, per la gestione delle maxi emergenze. Esso coinvolge tutti i Servizi di soccorso sanitario del Cantone e viene attivato in caso di eventi con un numero potenzialmente o effettivamente importante di persone coinvolte (tra 10 e 100). Quando il numero di coinvolti supera le 100 unità subentra il Servizio Sanitario Coordinato.

Nella realizzazione del dispositivo si è tenuto conto della potenzialità degli eventi legati alle vie di comunicazione, agli eventi naturali ed ai possibili scenari di epidemia.

Lo scopo

L'obiettivo del DIM consiste nel fare fronte alla maxi emergenza con un dispositivo che entro un'ora di tempo dall'evento sia completo e perfettamente funzionante. Naturalmente, nel frattempo, la presa a carico dei pazienti e un eventuale trattamento e trasporto devono già essere intrapresi.
L'obiettivo principale è quello di dare il massimo delle chance di sopravvivenza al maggior numero possibile di persone. Il compito specifico del dispositivo è basato sul principio delle 3T.
TTT = Triage, Trattamento, Trasporto. Per triage si intende la valutazione e la determinazione del grado di urgenza di trattamento e trasporto dei pazienti. Il trattamento deve avvenire, almeno in modo sommario e di base, prima del trasporto a destinazione onde evitare l'intasamento delle strutture ospedaliere.

Il primo equipaggio

Un compito molto delicato spetta al primo equipaggio che giunge sul luogo dell'accaduto, che è chiamato ad applicare immediatamente le prime misure organizzative e cioè l'identificazione e la qualificazione del tipo di evento, la determinazione del potenziale numero di coinvolti, l'allontanamento e il raggruppamento di coloro che camminano spontaneamente, l'individuazione di una zona di lavoro sicura (PMA), l'informazione costante con la centrale e l'inizio della fase di triage dei pazienti.

Il materiale

Il dispositivo è dotato di materiale tecnico distribuito sul territorio (nelle basi dei Servizi) che permette la realizzazione del PMA (Posto Medicalizzato Avanzato) per mezzo di apposite tende.

Presentazione del Dispositivo sanitario d'intervento in caso d'Intervento Maggiore della FCTSA

Contiene gli scopi, le funzioni e le informazioni relative al Servizio Sanitario Coordinato